Febbre da Podcast: il nuovo media visto da Manuela Ronchi

redazione
ActionMedia_soci

Lo scorso anno Manuela Ronchi ha fondato, insieme a Raffaele Tovazzi e Demetrio Albertini, la Action Media ltd., la prima media company italiana – con sede a Londra – che produce contenuti nativi per podcast.

Oggi il podcast è una realtà sempre più in crescita:

un fenomeno cresciuto quasi sottotraccia e che ora è stato finalmente intercettato dai radar della comunicazione. Al punto da convincere le grandi aziende del settore a investirvi in modo rilevante.

L’articolo completo su Leggo (ed.4/3/2019)

Un dato significativo? Basti pensare che Spotify lo scorso anno (2018) ha investito la bellezza di mezzo miliardo di dollari nell’acquisizione di aziende nel mercato del podcasting, di cui quasi la metà solo per acquistare Gimlet Media, la media company specializzata nella produzione e vendita di podcast a contenuto narrativo.

Ma andiamo per gradi: cos’è un podcast?

Podcast è un tipo di contenuto che si fonda sull’audio, una voce registrata che segue un filo conduttore
Podcast è una tecnologia che permette di accedere a file in formato audio tramite la rete, file ascoltabili attraverso qualsiasi comune dispositivo connesso a internet (i comuni computer, laptop, tablet, smartspeaker o smartphone che si utilizzano ogni giorno).
Tali file audio si trovano piattaforme che permettono a chiunque di caricare le proprie registrazioni e ascoltare quelle altrui.

Ancora prima, cosa significa “podcast”?

Il termine “podcast” è nato dall’unione di due parole:
– “pod” (in inglese “baccello”, ma che in questo caso di riferisce al piccolo supporto che per un decennio ha avuto il monopolio sulla distribuzione dell’audio digitale, l’Apple iPod);
– “cast” (in inglese “diffusione”, da cui la parola “broadcast” con cui ci si riferiva dai primi del Novecento alle trasmissioni radiofoniche e televisive).
Con la diffusione del podcasting, vale a dire della produzione e dell’ascolto di contenuti audio tramite la rete, il termine “podcast” non si riferisce più ai soli contenuti fruibili attraverso supporti Apple, bensì a qualsiasi contenuto audio in rete, indipendentemente dalla piattaforma o dall’hardware attraverso cui lo si ascolta.

A quali fattori è dovuta la recente esplosione del podcast?

Principalmente a tre fattori:

  • Il tempo sta sempre più diventano un lusso e, a differenza del giornale, di un libro o di un video, il podcast permette di fruire sia di intrattenimento che di informazione/formazione mentre si sta facendo altro.
  • Appare sempre più evidente come la diffusione della robotica e dell’Intelligenza Artificiale trovi nell’attivazione vocale la sua dimensione ideale. L’udito rappresenta il primo canale sensoriale con cui acquisiamo, prima ancora di nascere, informazioni sul mondo esterno. La voce rappresenta il nostro primo strumento comunicativo, attraverso cui esprimiamo sensazioni, emozioni e pensieri. La nascente era della robotica creerà strumenti il più possibili affini alla struttura cognitiva e funzionale dell’essere umano.
  • La nostra vista è ormai satura di informazioni, alcuni utili e altre superflue, da cui siamo circondati ogni giorno. In questo contesto diventa sempre più difficile catturare l’attenzione, interessare il cliente e promuovere i propri prodotti o servizi. Per questo le multinazionali stanno investendo nei podcast come strumento di differenziazione, in termini di media, prima che di contenuto comunicativo.

L’importanza del Podcast Marketing

All’interno del content marketing, il podcasting rappresenta una nicchia ancora non sfruttata che se ben valorizzata può portare un ritorno enorme in termini di engagement e successo.
E’ essenziale per tutti, e per le aziende in primis, andare alla costante ricerca dei più innovativi linguaggi e strumenti di comunicazione.
Ascoltare qualcuno parlare risulta molto più coinvolgente rispetto a leggere un testo scritto. Potrebbe essere un modo per intervistare le persone che fanno parte di un’azienda in modo da mostrarne le molteplici sfaccettature o per consolidare la propria leadership in un determinato campo.

All’interno di una strategia di contenuti, il podcast rappresenta un’attività di branding positioning e di coltivazione del contatto, una vera e propria fidelizzazione.
Il podcast serve a determinare e accrescere il fattore differenziante di un brand, a posizionarlo sul mercato e, conseguentemente, a “coltivare” il cliente.

Il podcast marketing deve essere ideato per un determinato target di pubblico che si vuole raggiungere: bisogna creare contenuti pensando a un’audience precisa. E soprattutto bisogna avere un obiettivo prefissato da realizzare.

Il podcast secondo Action Media Ltd

Proprio per questo, Manuela Ronchi, CEO di Action Agency, e il Filofoso Esecutivo Raffaele Tovazzi, sempre desiderosi di innovare e innovarsi, hanno dato vita ad Action Media Ltd, media company che crea contenuti di comunicazione multi-piattaforma attraverso la ricerca e lo sviluppo costante di nuovi linguaggi.

E di quale strumento potevano avvalersi nel loro percorso di comunicazione innovativa se non del podcast che rappresenta oggi il trend comunicativo emergente?

Il palinsesto di Action Media Ltd attualmente si articola in tre canali: Il Buongiorno di Londra, Il Simposio da Londra e Pensiero in Azione.

Action Media Ltd si rivolge ad aziende che desiderano differenziarsi tramite la creazione di contenuti e di canali di comunicazione alternativi rispetto agli attuali paradigmi prevalenti.

La creazione di nuovi linguaggi è la chiave per formare il futuro.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>